Anestesia e sedazione: il paziente non intubato

Con la sponsorizzazione non condizionante di:

Inizio: 14-10-2020 - Fine: 14-10-2021

Chiusura iscrizioni: 10-10-2021


Formazione a distanza - Crediti ECM: 3.0


Ore previste: 3.00 – Posti disponibili: 352 – Stato corso:


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Anestesia e rianimazione

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

PROCEDURE DI VALUTAZIONE

Questionario di apprendimento a risposta multipla. Al termine del WEBINAR i partecipanti riceveranno un email con le indicazioni per la compilazione del questionario ECM.

Attenzione: la nuova normativa ministeriale prevede che:

  • in caso il discente non superi il test di valutazione dovrà ripetere il percorso formativo dall'inizio 
  • numero massimo di tentativi a diposizione: 5
  • soglia di superamento: 75% delle risposte corrette

Al fallimento di ogni tentativo, le nuove disposizioni ministeriali richiedono di consultare nuovamente tutti i moduli (tutti i moduli devono essere quindi contrassegnati come ‘completato’). Solo dopo aver effettuato detto percorso, il sistema consentirà l’accesso al nuovo tentativo (fino a 5 volte).

Dal secondo tentativo in poi, il sistema prevede – come da normativa- la doppia randomizzazione delle domande e delle relative risposte.

MEZZI TECNOLOGICI NECESSARI

Per la fruizione e l'accesso al corso FAD saranno necessari un computer (Windows o Mac) dotato di connettività internet, di un browser di navigazione standard (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera, Safari) e di un programma per l'apertura e la lettura dei file PDF (per esempio: Adobe Acrobat Reader). 

Scheda del corso

RISERVATO AD INVITO CON INSERIMEMTO DEL CODICE DI ACCESSO

 

ID EVENTO: 305652

ID PROVIDER 4596

CREDITI ECM EROGATI: 3 ECM

Video Lezione della durata di  3 h

 

 

RAZIONALE SCIENTIFICO

 

Le procedure anestesiologiche che permettono l’esecuzione di interventi chirurgici e procedure diagnostiche necessitano dell’utilizzo di farmaci che inducono ansiolisi e sedazione nei pazienti. Tali farmaci presentano alcune controindicazioni ed effetti collaterali, quali ad esempio la depressione respiratoria o l’instabilità emodinamica.

Nell’ultimo decennio è stato introdotto nella pratica clinica un nuovo farmaco, la dexmedetomidina, antagonista selettivo dei recettori α2, che, rispetto ai farmaci tradizionali presenti nel prontuario dell’anestesista per le procedure nominate sopra, presenta meno effetti collaterali e rende possibile lo svolgimento di determinate procedure con maggiore comfort e sicurezza sia del paziente che dell’operatore, tuttavia questo farmaco è ancora relativamente poco diffuso e conosciuto.

La nuova indicazione della molecola recentemente approvata dall’EMA pone pertanto la necessità di condividere con colleghi del settore l’esperienza maturata in Italia nell’utilizzo del farmaco dexmedetomidina nelle diverse procedure di competenza anestesiologica.

 

Scheda Faculty

RESPONSABILI SCIENTIFICI 

Dott. Paolo Cortellazzi

Direttore responsabile di Struttura Complessa per la direzione dell’U.O. di Anestesia e Rianimazione

del presidio ospedaliero di Sesto San Giovanni Milano

 

Dott. Domenico Gammaldi 

Dirigente medico Anestesista rianimatore del AORN ed alta specialità

San Giovanni Moscati Avellino 

 

DOCENTI

 

Dott. Paolo Cortellazzi

Direttore responsabile di struttura complessa per la direzione dell’U.O. di Anestesia e Rianimazione

Presidio Ospedaliero Di Sesto San Giovanni Milano

 

Dott.ssa Chiara Ferrari

Responsabile reparto di Anestesia e Rianimazione

Humanitas Gradenigo Torino

 

Dott. Marco Tescione

Dirigente Medico Azienda Ospedaliera Bianchi Melario Morelli

Reggio Calabria

 

Dott. Domenico Gammaldi

Dirigente Medico Anestesista Rianimatore del Aorn Ed Alta Specialità

San Giovanni Moscati Avellino

Programma scientifico

INTRODUZIONE

Dott. Paolo Cortellazzi

 

ANESTESIA LOCOREGIONALE E SPINALE: PERCHÉ SCEGLIERE LA DEXMEDETOMIDINA?

Dott. Domenico Gammaldi

 

DEXMEDETOMIDINA NELLE PROCEDURE ORTOPEDICHE E PAZIENTI FRAGILI

Dott. Marco Tescione

 

 

IL RUOLO DELLA DEXMEDETOMIDINA NEL PAZIENTE OSA E NELL’INTUBAZIONE DIFFICILE

Dr.ssa Chiara Ferrari

 

CONCLUSIONI

Dott. Paolo Cortellazzi

Programma scientifico